27 luglio 2016 | by La Redazione Puglia IDV
Ilva, si vota la fiducia. Arpa, arriva Bruno

Bari Da un tecnico, Giorgio Assennato, a un giurista con lunga esperienza nelle pubbliche amministrazioni, Vito Bruno. Da un personalità piuttosto imponente, un medico del lavoro, anche politicamente impegnato a favore dell’ ambiente, poi coinvolto nell’ inchiesta sull’ Ilva (ma con responsabilità marginali), a un manager pubblico, Camscanner che si è fatto le ossa in […]

Bari Da un tecnico, Giorgio Assennato, a un giurista con lunga esperienza nelle pubbliche amministrazioni, Vito Bruno. Da un personalità piuttosto imponente, un medico del lavoro, anche politicamente impegnato a favore dell’ ambiente, poi coinvolto nell’ inchiesta sull’ Ilva (ma con responsabilità marginali), a un manager pubblico, che si è fatto le ossa in Comune, a Bari, scalando la gerarchia della pubblica amministrazione, prima di passare agli incarichi di vertice. All’ Arpa, agenzia regionale per l’ ambiente, si cambia. Emiliano ha ieri indicato il direttore generale che sostituirà Assennato, dimessosi a marzo scorso, dopo dieci anni di incarico.
Oggi 47enne, Bruno diventa avvocato del Comune nei primi duemila. Quindi abbandona il Municipio per la neoistituita Provincia Bat dopo aver vinto un concorso come dirigente del settore Ambiente, rifiuti e bonifiche. Carta, questa, insieme al corso di perfezionamento post laurea in diritto sanitario conseguito, che ne favorisce la nomina all’ Arpa. Un primo tentativo di approdare al governo di società pubbliche, l’ aveva fatto a Trani: individuato dal sindaco come consigliere di amministrazione, con funzioni di amministratore delegato, della locale Amiu spa, aveva dovuto rinunciare per evitare venissero sollevati dubbi sulla compatibilità. Ma Bruno, amico del fratello del governatore, è con ogni evidenza persona della quale Emiliano si fida. Meno di un anno fa, a novembre scorso, l’ aveva indicato come amministratore unico dell’ Arca, Agenzia regionale per la casa e l’ abitare, per il Sud Salento. Oggi la «promozione» alla guida dell’ Arpa.
E riguardo alla prima tra le emergenze ambientali pugliesi, ieri era tempo del decimo decreto sull’ Ilva. Il governo ha chiesto il voto di fiducia in Senato. Stamattina alle 9.30 cominciano le dichiarazioni di voto la cui durata è prevista in circa un’ ora e mezza. A seguire, ci sarà la prima chiama dei senatori per il voto. Se la Regione, per il momento, tace, esponenti delle opposizioni protestano: «Il decreto Ilva è incostituzionale e chiediamo all’ Aula di non procedere all’ esame del provvedimento – dice il senatore dei Conservatori e riformisti Francesco Bruni -. Con il decreto legge di conversione, il decimo sul medesimo tema nell’ arco degli ultimi cinque anni, il governo Renzi interviene per allungare i tempi per la cessione o l’ affitto degli asset dell’ Ilva ai privati». «È solo un’ altra pezza sul problema – affonda il colpo il pugliese Luigi Perrone, che è anche presidente di Anci Puglia – poiché il provvedimento, a ben vedere, non risolve alcunché.
Si sta intervenendo con piccole e limitate operazioni che non parlano quasi mai di strategia e di futuro». Denunciano «illogicità nel provvedimento» i senatori idv Alessandra Bencini e Francesco Molinari: «Con i tempi previsti dal decreto in discussione al Senato l’ Ilva è destinata a una lenta agonia e alla chiusura facendo la felicità dei concorrenti internazionali».
Protesta riguardo al metodo la presidente del gruppo misto Loredana de Petris: «Stavolta hanno battuto ogni record. Hanno chiesto il voto di fiducia subito dopo le questioni pregiudiziali senza farci fare neanche la discussione generale… È davvero pazzesco».
Sul fronte del disegno di legge regionale sui rifiuti, invece, maggioranza e opposizioni hanno trovato ieri una intesa, durante la riunione della conferenza dei capigruppo alla quale ha partecipato il presidente Emiliano: la discussione non si terrà né domani, come chiedeva il governatore, né il 3 data scelta dalle opposizioni che volevano tempo per esaminare il provvedimento, ma lunedì primo agosto.
Leave a Reply

— required *

— required *



Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Le nostre immagini
Ultimi Tweet
'footernav', 'container' => '')); ?>
Italia dei Valori - Puglia | Tutti i diritti riservati ©