4 febbraio 2016 | by La Redazione Puglia IDV
«All’ Ilva si sciopera il 10 febbraio vogliamo chiarezza e certezza»

D’ Alò (Fim): il Governo risponda. Idv: modificare la solidarietà • I sindacati metalmeccanici Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno confermato con un documento lo sciopero del 10 febbraio a sostegno della vertenza Ilva e per rivendicare garanzie in ordine al processo di cessione dell’ azienda a nuovi privati che avverrà, in base alla […]

D’ Alò (Fim): il Governo risponda. Idv: modificare la solidarietà
• I sindacati metalmeccanici Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno confermato con un documento lo sciopero del 10 febbraio a sostegno della vertenza Ilva e per rivendicare garanzie in ordine al processo di cessione dell’ azienda a nuovi privati che avverrà, in base alla legge, entro fine giugno prossimo.
Per il 10 febbraio – annunciano i sindacati – «è indetto uno sciopero di 4 ore per primo e secondo turno dalle 9 alle 13 per il primo turno, dalle 19 alle 23 per il secondo turno, che coinvolgerà i lavoratori di Ilva, delle ditte di appalto e territorio, nonché le altre categorie sindacali che rappresentano pezzi importanti di attività presenti nello stabilimento. Durante lo sciopero – prosegue la nota delle sigle metalmeccaniche – si svolgerà un presidio presso la Prefettura di Taranto a cui chiederemo di far da tramite con il Governo perché trasmetta la necessità, a bando scaduto, che hanno i lavoratori di conoscere i percorsi su cui si avvia la vicenda delle vendita Ilva».
Ci sono «urgenti necessità di chiarezza e certezze che oramai da tempo mancano nella vita dei dipendenti Ilva e del suo indotto»: cosi sindacati metalmeccanici spiegano lo sciopero del 10 a Taranto dell’ Ilva e delle imprese collegate. Un giorno simbolo, quello scelto, perchè proprio il 10 febbraio alle 18 scadono anche i termini entro i quali i gruppi interessati all’ Ilva devono far pervenire la loro candidatura attraverso le manifestazioni di interesse previste nella procedura e nel bando di cessione.
«Riteniamo – dicono i sindacati – che sia il momento di essere uniti con la consapevolezza di condividere obiettivi comuni di ambientalizzazione del sito produttivo di Taranto, delle bonifiche del suo territorio e la tutela di tutti i posti di lavoro sia della fabbrica che del tessuto industriale tarantino». Fim, Fiom Uilm annunciano quindi, «data la drammaticità della situazione in atto, di intraprendere percorsi condivisi di informazione ai lavoratori e iniziative che possano portare alla migliore soluzione sui temi esposti». A tal fine da oggi sarà avviato un piano di assemblee. «In merito alle mobilitazioni in corso – dichiara Valerio D’ Alò, segretario Fim Cisl Taranto -, riteniamo non più rinviabile da parte del Governo il ribadire la strategicità di Taranto nel suo insieme. Con fermiamo la necessità di ricevere risposte, in termini di piani industriali e ambientali, sul risanamento dello stabilimento Ilva a prescindere dal suo post vendita. Contestualmente conclude D’ Alò – rivendichiamo la tutela di tutti i livelli occupazionali dello stabilimento e dell’ intero tessuto industriale di Taranto».
E intanto l’ Italia dei Valori rilancia la necessità di aumentare la copertura economica dei contratti di solidarietà per il personale Ilva dal 60 al 70 per cento come l’ anno scorso. «In Parlamento i nostri rappresentanti – dichiara il segretario nazionale Ignazio Messina – sostengono in ogni occasione la necessità di modificare gli ammortizzatori sociali per l’ I l va che sono stati resi impraticabili dalle modifiche apportate dal Jobs Act. In particolare, ci riferiamo al trattamento economico dei contratti di solidarietà e alla riduzione dei costi per le aziende». Per Messina, «senza la modifica di questi strumenti sarà ben difficile avere serie offerte industriali che garantiscano occupazione sia a Taranto che a Genova» e «nel bando dei tre commissari c’ è solo un generico riferimento all’ occupazione».
Leave a Reply

— required *

— required *



Indirizzo Nazionale:
Via di Santa Maria in Via, 12 00187 - Roma

Telefono Nazionale
06-69923306

Email: info@italiadeivalori.it
Le nostre immagini
Ultimi Tweet
'footernav', 'container' => '')); ?>
Italia dei Valori - Puglia | Tutti i diritti riservati ©